ImmoRefugee - The Agency è la mostra del libro ImmoRefugee. Ci aiuti a realizzarla? Leggi qui sotto e non te ne pentirai!

Large_banner_kkbb-1492700438-1492700497

Presentazione dettagliata del progetto

Ciao noi siamo Defrost Studio (Marco Tiberio + Maria Ghetti) un creative studio con focus sull'art direction e sulla fotografia. Da gennaio 2015 lavoriamo su un progetto sul campo profughi di Calais che in novembre ha preso la sua forma nel libro-catalogo ImmoRefugee (grazie al dolce aiuto di Emilio Macchia).

Adesso vuole trasformarsi in una mostra. Per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto!

 

001-1493194752

 

 

LA STORIA 

Il lavoro inizia a gennaio 2015, quando ci rendiamo conto che nell’occidentalissima Europa qualcosa di invisibile/visibile iniziava a pulsare: una città invisibile.

A quel tempo il campo non era nell’area che poi tutti abbiamo visto dai molti (molti) reportage, ma si trovava in un boschetto poco distante dove, da anni, trovavano riparo i migranti che cercavano di attraversare il canale della Manica, o che si erano stancati di provare e avevano fatto di quel luogo la loro casa.

Esisteva quindi già una baraccopoli, ma piccola e a inizio 2015 si iniziava ad annusare che qualcosa stava per cambiare. In aprile le autorità locali decidono infatti di sgomberare quel boschetto e assegnare ai migranti, quello che poi sarà uno dei campi più discussi d’Europa, uno spazio più grande e più lontano dal centro città. Discarica e area di caccia.

Così inizia un vero e proprio insediamento in un flusso continuo di arrivi, azzardate partenze e dissuasioni. Ma alcuni rimangono. In questo clima nasce la città, una città effimera, in cui un’incendio o un’arrivo/partenza improvvisa di qualcuno ne modifica la conformazione, ma comunque una città autorganizzata, divisa in quartieri, etnie, con chiese, moschee, biblioteche e zone shopping, ma alla cui base vi è la casa.

 

K7-1493194769

 

J6-1493194782

 

In questo periodo ci siamo resi sempre più conto di come la casa sia lo specchio di chi la abita. La casa ci rispecchia probabilmente molto di più di quanto facciano i nostri vestiti. La casa è da sempre e per tutti il simbolo del riparo, luogo di custodia dei ricordi, di legame con la propria cultura e di denuncia di chi siamo. Così in ogni casa si può vedere la provenienza di chi la abita, legata ai modi di costruzione, il suo stato sociale e occupazione, oppure le sue prospettive.

 

IL LIBRO

Da questo e molto altro nasce ImmoRefugee che a un primo sguardo non mostra volti, ma a un’occhio più attento li mostra eccome. ImmoRefugee che sembra una pubblicazione leggera (e in qualche modo lo è), in realtà è una testimonianza di quello che è stato e dell’accezione positiva che questa situazione terribile in qualche modo aveva.

La forma del catalogo come scelta di narrazione è stata fatta perché volevamo andare oltre alla foto. È certamente ironico, ma non sempre l'ironia è un male. Quante volte, causa il bombardamento massivo e mediatico di immagini (anche di immagini di migranti) non vediamo veramente una cosa, ma la lasciamo scorrere sotto gli occhi? Ormai niente ci colpisce veramente.

Un catalogo immobiliare è qualcosa di incredibilmente comune nelle nostre vita. È un modo di guardare la vita delle persone in un modo familiare, anche se non siamo abituati a collegarlo a una questione come l'immigrazione. Eppure è proprio questo il fattore che può far riflettere.

 

002-1492771362

 

008-1492771834

 

Grazie a questa scelta abbiamo avuti molti feedback positivi e ImmoRefugee è stato selezionato da Martin Parr tra i finalisti del Kassel Photobook Award 2017, tra i migliori libri fotografici dell’anno.

 

"This zine by Defrost Studio is a welcome antidote to the many photographic projects that have emerged around the refugee crisis. Using the notorious and now destroyed Jungle camp in Calais, they copy the graphics and tone of a holiday let brochure. It is wicked and brilliant at the same time."

Martin Parr

 

LA MOSTRA

Adesso però vorremmo spingerci ancora oltre ma non possiamo farlo da soli: per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto!

Per rendere ancora più visibile e parlante il progetto e, per mostrare le foto che compongono il catalogo in dimensioni a loro consone, vorremmo trasformare il libro in una mostra: un’agenzia immobiliare itinerante.

 

Agence_1-1493628433

 

Agence_3-1493628445

 

L'idea è quella di coinvolgere diversi spazi (espositivi e non), creando una vera agenzia immobiliare temporanea.

L'agenzia sarà formata da una vetrina, in tutto e per tutto simile a quelle delle agenzie immobiliari, con una serie di foto esposte appese. In questo modo la vetrina, e quindi parte delle foto, saranno sempre visibili dall'esterno diventando parte del quotidiano delle persone.

La parte interna invece vedrà una serie di foto delle case presenti nel catalogo, esposte a parete all'interno di una struttura a sandwich in plexiglass.

Tramite la vetrina e l'interno vogliamo creare un'esperienza diversa da quelle che si vivono solitamente visitando mostre e gallerie, creando un'esperienza un po' straniante, ma quantomai familiare.

 

Con questo crowdfunding vorremmo dare una forma definitiva alla mostra creando ImmoRefugee - The Agency, che vogliamo portare per la prima volta ad Arles durante la settimana di apertura di Les Rencontres Photographiques 2017.

 

Se credi anche tu in questo progetto e se come noi credi che bisogna iniziare a pensare a un nuovo modo di guardare, aiutaci!

 

Grazie :) 

Defrost Studio

 

 

 

A cosa servirà la mia colletta?

I 3600 euro raccolti servirano a coprire le spese di produzione della mostra (la stampa delle foto, la produzione delle strutture espositive delle foto sia per la vetrina che per l'interno, la redazione dei testi descrittivi), l’allestimento, il trasporto, il viaggio ad Arles e la comunicazione.

Il crowdfunding comprende la possibilità di portare la mostra in località differenti.

 

Sia le foto della vetrina che quelle in esposizione all’interno saranno stampate su carta Mate Cotton Paper 308gr.

Le foto all'interno saranno esposte in una struttura a sandwich in plexiglass, mentre quelle in vetrina in una vera e propria struttura da agenzia immobiliare.

Thumb_defrost_logotype_yellow_square-1490605955
Defrost Studio

Defrost Studio è un'agenzia creativa multidisciplinare che si occupa principalmente di art direction e fotografia, fondata da Maria Ghetti e Marco Tiberio Lavoriamo con progetti personali e su commissione che ruotano attorno alle immagini. Pension che il contenuto sia più importante della forma. Ci piace essere ironici e guardare il mondo da prospettive...

Ultimi commenti

Thumb_facebook-1443181093
A small contribution by Polpettas Staff for a GREAT project!! Break a leg guys!
Thumb_facebook-1443181093
A small contribution by Polpettas Staff for a GREAT project!! Break a leg guys!
Thumb_image-preview
Daje! che alla fine si festeggia a Negroni :)