Monia, un lavoro fotografico su mia sorella, disabile dalla nascita. Un progetto di anni che vorrei condividere con una mostra e un catalogo

Large_monia_01_3-1445007230-1445007241

Presentazione dettagliata del progetto

Sono Giovanni Cocco, un fotografo italiano indipendente. Vivo tra Roma e Berlino. Mi occupo di fotografia di reportage con una chiave di lettura antropologica e sociale. Tra i tanti temi affrontati nella mia carriera, il lavoro che più mi rappresenta è “MONIA”, un progetto a lungo termine sulla vita di mia sorella. Le fotografie sono nate in silenzio, prima della storia a cui appartengono. Sono il frutto di un'esperienza e del desiderio di raccontarla.

 

Monia ha 45 anni. E' disabile dalla nascita. Vive di abitudini, gesti semplici e lunghi momenti in cui non c’è parola né azione. Un mondo distante da tutto, solitario, confinato, ma non vuoto; dove il tempo è fatto di attimi, un presente che non ha bisogno di proiettarsi nel futuro.

 

MONIA

 

Monia_32-1444920717

 

Fotografarla è un continuo atto di conoscenza e ricerca. Un modo per capirla e domandarmi cosa desideri. Presto non sarà più soltanto la fotografia, a portarmi a lei, per ricordarne i gesti e gli sguardi con cui sembra guardare il mondo. Un giorno avrà bisogno del mio aiuto e sarà con me che dovrà confrontarsi, con il mio modo di vederla e amarla. Raccontare la sua storia è il primo passo per entrare uno nella vita dell’altra, con la gioia e la fatica dell'incontro.

 

Dopo aver ricevuto con “Monia” il Reminders Photography Stronghold Grant nel 2015, ho deciso di dare una forma definitiva al progetto. Il premio prevede una personale a Tokyo a Marzo 2016: ho bisogno del tuo aiuto per realizzare l'esposizione e il catalogo. La mostra diventerà poi itinerante in tutto il mondo. Vorrei che le mie foto portino Monia in tutti i posti dove non può andare. E vorrei che chi guarda possa entrare per un momento nel suo universo.

 

Monia on CNN Photo Blog

 

Monia_02-1444920897

 

Monia_03-1444920877

 

A cosa servirà la mia colletta?

Gli 8000 euro raccolti serviranno a coprire le spese di stampa, le cornici, l’allestimento, i trasporti, le assicurazioni, la comunicazione, il viaggio e la realizzazione del catalogo per la prima inaugurazione prevista a Tokyo. Tutti gli incassi extra (oltre il 100%) finanzieranno parte delle spese relative alle mostre successive.

 

Il catalogo verrà stampato in 250 copie, di cui 100 in edizione limitata firmate dall’autore. Testo di introduzione di Caterina Serra, scrittrice e sceneggiatrice, premio Paola Biocca per il reportage, ha pubblicato "Tilt", e "Padreterno” per Einaudi. Progetto grafico a cura di Filippo Nostri, specializzato nella progettazione di libri e materiali cartacei.

 

Formato A4, a colori. Copertina GMUND 300 gr., all’interno sarà composto da 40 pagine incollate su terza di copertina, con carta patinata 150 gr. e brossura speciale Cacciari. 

 

Monia_04-1444924170

 

Monia ha ricevuto riconoscimenti di fama internazionale, tra cui:

 

Vincitore del Reminders Photography Stronghold Grant, 2015.

Vincitore nella categoria "Personal" al PDN Photo Annual, 2015.

Selezionato per l'Organ Vida International Photography Festival, 2014. 

Menzione d'onore, FotoVisura Grant, 2013.

Menzione d'onore Prix Roger Pic, 2012.

Secondo classificato al EPF Grant di Burn Magazine, 2012. 

Secondo premio International Winephotocontest, 2009.

 

Monia_05-1445246025

 

Thumb__zif7035-1444981956
Giovanni Cocco

Giovanni Cocco, Sulmona nel 1973, è un fotografo indipendente. Vive e lavora tra Roma e Berlino. Si occupa di reportage e di indagine antropologica e sociale. Il suo lavoro è pubblicato sulle maggiori riviste internazionali. Dal 2010 al 2012 è selezionato per il programma "Mentor" dall'Agenzia Internazionale VII. www.giovannicocco.it

Ultimi commenti

Default-7
Un progetto davvero coinvolgente, sia eticamente che esteticamente. Grazie e complimenti.
Thumb_untitled-1b-1450638071
In bocca al lupo per questo bellissimo lavoro!
Thumb_untitled-1b-1450638071
In bocca al lupo per questo bellissimo lavoro!