Immagina se potessi tornare bambino, anche solo per un attimo per rivivere quella gioia e quella spensieratezza di una volta, leggere una fiaba…

Large_untitled_design__12_-1457991112-1457991120

Presentazione dettagliata del progetto

La carta da gioco conosciuta come “il Joker” nasce negli Stati Uniti nel XIX secolo.

 

La scelta di questo personaggio di corte, chiaramente da correlarsi alle altre figure cavalleresche, è probabilmente legata a due fattori: da una parte, il Joker suggerisce l'idea di un'alternativa rispetto alle regole standard del gioco (era l'unico personaggio che avesse il potere di deridere il re e in generale di comportarsi in modo anomalo rispetto alle regole di etichetta); dall'altra, si può storicamente ricondurre alla figura del “matto” o “folle” presente in diversi mazzi di carte antichi e ancora oggi presente nei tarocchi.

 

Ops… dimenticavo… ho fatto una piccola digressione perché IO sono il Joker e quanto vi ho appena detto riguardo l’origine della carta da gioco, rispecchia in pieno il mio essere e vi basterà continuare a leggere per capirlo…

 

Ok_4-1454496408

 

Mi chiamo Giancarlo e sono nato in città, in quella Roma degli anni 70 troppo impegnata a badare a criminali che volevano conquistarla e terroristi che volevano distruggerla; troppo impegnata a badare a se stessa per occuparsi di un ragazzo che cresceva tra i palazzi di una periferia in pieno sviluppo metropolitano.

 

Cresco, sereno, come tanti ragazzi della mia età, ma, a differenza degli altri, i miei occhi diventavano tristi nell'alzare gli occhi e vedere il cemento che saliva verso il cielo… prendo allora consapevolezza che voglio allargare i miei confini, conoscere nuove frontiere, non fermarmi alla città che per tanti rappresentava un punto d’arrivo: per me sarebbe stato un punto di partenza!

 

Quel cielo che vedevo tra i palazzi diventa la mia strada, mentre il sole, il clima tropicale, nuove culture e diversi modi di pensare riempiono la mia vita… lavoro quanto mi basta per essere indipendente e appena posso ricomincia la mia ricerca.

Img_8740-1454497510

 

Nel corso di questi viaggi esploro e penso, fino a rendermi consapevole che un completo griffato ed un bel paio di mocassini lucidi non fanno per me. La mia è una “natura itinerante”, una continua ricerca che, un bel giorno del 1996, a 26 anni appena compiuti, mi fa scoprire di amare quel qualcosa che è insieme gioia e vita… il mare mi folgora e mi attrae, penso a lei come ad una donna dagli occhi magnetici che ti carica di energie positive al primo sguardo!

 

Immagino quanto sarebbe bello poter vivere e lavorare al mare, seguire le naturali stagioni della terra e migrare verso altri mondi non appena finita la stagione estiva.

 

Ecco allora che inizia la mia ricerca per capire come poter realizzare questo mio desiderio: “una piccola capanna potrebbe essere una bella idea… magari la potrei utilizzare come base per intrattenere tutte le persone che prendono il sole”, pensavo ad alta voce, credendo di parlare con quel destino in cui non avevo mai creduto e non sapendo cosa, invece, mi stesse riservando!

 

Img_6483-1454497818

 

Era autunno, mi sembra ieri: passeggiavo sul litorale sud di Roma praticamente deserto ad eccezione di un uomo in costume, rosso, di cui mi sono accorto attraversando un ponte… gli vado incontro, attraversando quel ponte non solo fisicamente ma anche mentalmente; attraverso quel ponte lasciando tutte le convenzioni imposte dalla società per avvicinarmi ad un uomo che, ad ottobre pieno, passeggiava in costume, rosso, sulla spiaggia

 

Ciao, io sono Felice”, mi dice porgendomi la mano.

si vede dai tuoi occhi”, avrei voluto rispondergli mentre allungavo la mano per stringergliela ed iniziare la mia avventura…

 

Dopo varie peripezie legate alla conquista di un piccolo pezzo di spiaggia, mi impegno alla creazione di un'isola sul mare. Quella spiaggia tanto sognata inizia a trasformarsi in realtà; nasce un luogo dove le regole della città non sono applicate perchè la libertà di ognuno, con il rispetto della libertà altrui, non ha bisogno di regole per la convivenza… vivo un’avventura entusiasmante che approfondisce anche la conoscenza di me stesso e dove scopro un mondo nuovo fatto di tanti microcosmi, che mi hanno permesso, metaforicamente, di poter affrontare  il mare in burrasca della vita.

 

Img_8059-1454497906

 

Una vita come un sogno che si avvera e che vivo per tanti anni, fino a quando il sogno diventa più grande e penso ad una nuova avventura.

 

La mia mente è perennemente impegnata a pensare ad uno spettacolo itinerante sulla spiaggia, che coinvolga il circo e l'house music: scelgo il nome, “one shot”, ed inizio a mettere assieme la crew… nell’arco di una notte di mezza estate nasce uno spettacolo realizzato  solo da appassionati, non da professionisti.

 

E’ il 10 giugno 2012 e comincia ufficialmente il one shot show

 

L’energia universale trasmessa dal mare, mia amica e mia amante, mi fa realizzare l’idea dei “giochi one shot”, elemento di raccordo tra tutti i partecipanti alla festa.

 

I “giochi one shot” sono semplicemente… dei GIOCHI!

Giochi pensati per esaltare il nostro lato bambinesco, amplificati dall'emozione della vincita… non ve l’ho detto? si vince sempre nei giochi one shot, dal piccolo gadget alla bottiglia di champagne, per passare dai cocktail all'abbigliamento brandizzato dello show.

 

Img_8414-1454497974

 

La passione di tutta la compagnia, la passione è il leit motiv del one shot, accelerano il successo della festa, fino ad arrivare a fine luglio ad un pubblico di mille persone che, entusiaste, partecipano attivamente alla festa, condividendo l'emozione di ritrovarsi li, con la parte bambina di ognuno di noi a giocare ed a divertirsi… un giorno, poi, vi racconterò come sia stato “creato” lo show e su quale filosofia sia fondato il one shot: è un percorso che merita qualche pagina che, tra l’altro, ho iniziato a scrivere nella mia biografia “one shot, il primo colpo”…

 

Comunque, aumentando il successo della festa, aumentava in me la necessità di un ulteriore step per la riuscita internazionale del one shot show: necessariamente doveva transitare fuori dall'Italia e… e…

 

Sei mai stato ad Ibiza?”, mi chiede, leggendomi il pensiero, un’amica.

 

No, non ero mai stato a Ibiza, mi avevano raccontato l'anima più cosmopolita dell'isola, mi avevano spiegato che gli eccessi non riguardavano tutta l'isola e, soprattutto, mi avevano mostrato che la gente di Ibiza non era affatto come la si descriveva in maniera generica, capace solo di feste trasgressive e senza regole.

 

E’ di nuovo ottobre, ma del 2012, ed arrivo per la prima volta a Ibiza; capisco immediatamente che il one shot, per avere il riconoscimento internazionale , deve passare da quest'isola.

Però ancora non erano maturi i tempi per compiere  questo importante passo, servivano alcuni passaggi importanti prima dello sbarco.

 

In questi ultimi tre anni, quindi, io e tutta la compagnia, ci siamo concentrati su questi necessari passaggi, di cui due di assoluta importanza.

 

Il primo è la realizzazione di un “qualcosa” facile da trasportare che potesse ospitare lo spazio drink e lo spazio per suonare la musica del one shot; il secondo è l’ideazione e realizzazione di un applicazione che potesse facilitare il compito delle prevendite delle consumazioni one shot e della conoscenza dello show in aree lontane, dove ancora il solo supporto della rete non bastasse a far conoscere lo spettacolo.

 

In una notte ispirata, così, prendo carta e matita, e, come mio solito, inizio a disegnare quella che poteva essere la “torretta one shot”, una struttura leggera, facile da trasportare e funzionale alle esigenze dello show: realizzo un progetto interessante e, subito curioso di vedere come poteva essere realizzato, mi improvviso esperto di modellismo, partorendo la miniatura della struttura in legno.

 

Ricordo… rimasi affascinato dalla realizzazione della torretta, ospitava 4 postazioni bartender, una postazione cassa e due postazioni dj, e soprattutto aveva la forma di una stella, quella che mi seguiva da sempre e che avevo immortalata nel motto usato per la spiaggia (“segui la stella”), che significava come ognuno di noi abbia la sua stella da seguire.

 

Il “Destino” cui vi ho detto prima (si, proprio lui) faceva in modo di incontrare sulla mia strada Marco, l'architetto della compagnia, che, visionario quanto me, visto il mio progetto, si dedica alla realizzazione della struttura,  unica nel suo genere, fatta solo con i pezzi usati nei ponteggi edili e per di più di serie.

 

Così, a due anni dall'idea iniziale, dopo un lungo lavoro di progettazione, si comincia a realizzare il sogno, pronti per lo sbarco a Ibiza.

 

Ibiza_coming_soon-1454498040

Per il secondo passaggio necessario, ispirato anche questa volta da un’ energia universale, comincio a definire un sistema digitale che preveda la prevendita dello spettacolo one shot, con un applicazione che possa essere usata da tutti, in particolare dai dreamers (una sorta di PR per il one shot), in maniera da poter conoscere in anticipo, la quantità  di biglietti venduti per lo spettacolo, in modo da poter arrivare in una nuova città e usare le pubbliche relazioni dei soggetti più conosciuti della zona e riconoscere in maniera esatta e digitale le giuste commissioni di vendita a chi si adopera per la riuscita dell'evento, inserendo degli step di vendita che invoglino la diffusione dell'idea e che possano regalare provvigioni importanti ai dreamers che vendono questo sogno.

 

Anche qui mi è venuto in aiuto il mio amico storico, Ivan, il Puffoquattrocchi per il one shot – … non vi ho detto che ognuno, all’interno della compagnia ha un proprio fantasy name? – che, da esperto informatico, ascoltando con passione tutto il mio progetto, si esalta all'idea di poter realizzare un applicazione che potesse rivoluzionare il mondo delle pubbliche relazioni.

 

Ed ora è ancora ottobre, del 2015, e mentre inizio a scrivere  queste quattro righe sono in fase di realizzazione entrambi i progetti che, ultimati, accompagneranno la compagnia one shot nel viaggio che porta ad Ibiza…

 

Ibiza… è là, in mezzo al mare, e per arrivarci serve solo un’ultima cosa: il progetto di crowdfunding.

 

Ok_16-1454498124

 

Ne avevo già sentito parlare da un paio d'anni, ma ad un pranzo al mare con l'avvocato della compagnia, Stefano, “l'uomo in bombetta” per il one shot – … vi ho detto che ognuno, all’interno della compagnia ha un proprio fantasy name? – comincia a prendere corpo l'idea di rendere visibile on line il progetto Ibiza e di cercare nuovi amici e supporto internazionale al nostro progetto per portare il one shot a Ibiza, la patria delle feste e degli stili di aggregazione.

 

Ed eccoci qui a chiedere il tuo aiuto nel promuovere e sostenere il progetto one shot, che permetterà alla compagnia one shot di inaugurare la stagione estiva 2016 sull'isola  di Ibiza.

Le cose da fare sono molte ma l'impegno e la passione sono la nostra scelta di vita, la nostra missione è far conoscere l'essenza del one shot in tutto il mondo: un mondo di emozioni one shot sarà sicuramente migliore…

 

Grazie già a tutti per aver condiviso con noi l'entusiasmo e la passione  one shot.

 

Non dimenticate una cosa: l'emozione continua…

 

Ok_21-1454498214

 

 

 

 

 

A cosa servirà la mia colletta?

Img_6078-1454497717

 

Lo show per i primi 3 anni si è autofinanziato grazie ai contributi dei nostri amici.

Per una  compagnia di non professionisti come la nostra, ogni anno che si riesce a realizzare lo show è come una piccola grande magia.

E' arrivato il momento di fare il salto ed invadere Ibiza con i suoni, i colori e l'immaginazione delle persone del One Shot.

Come ogni anno vogliamo costruire grazie al supporto dei nostri amici, per far vivere lo show per come intendiamo il divertimento.

La spesa che dovremo affrontare ammontano a circa 7000 euro per la spedizione dei materiali, costruzione dei giochi ed il service audio e video.

Costruiamo insieme il OneShotShow 2016 a Ibiza! 

Thumb_oneretronera-1453129036
JOKER

Io sono il Joker.

Ultimi commenti

Thumb_fundiraising
Solo per bambini veri. One shot One world. Io seguo le passioni!
Thumb_fundiraising
Solo per bambini veri. One shot One world. Io seguo le passioni!
Default-2
Forza One shot!!!forza joker